Ed Boon Mortal Kombat
Pubblicità

Intervistato da GameSpot, Ed Boon, ci spiega che NetherRealm Studios che il sistema di aggiornamento di Mortal Kombat 11 non è ancora finito e che anzi ci saranno molte novità in futuro infatti, anche se niente è confermato, sembra esserci in serbo per il futuro un nuovo Pack per Mortal Kombat 11 noi di Manaskill vi riportiamo i passi salienti dell’intervista

La personalizzazione dei personaggi valida nei tornei di Mortal Kombat 11


Nella medesima intervista Ed Boon ha anche dichiarato che gli piacerebbe vedere un sistema di variazione delle skin dei personaggi nella scena competitiva di Mortal Kombat 11.

Leggiamo le sue parole tratte dall’intervita:

“I can’t promise anything, but what I would love to see in the future of Mortal Kombat 11 is allowing players to use created variations in tournament gameplay and stuff like that,” stated Boon. “That’s something that so far we’ve kind of built a wall between the competitive stuff.”

Possiamo anche intendere che le variazioni sperate da Ed Boon non sono semplici variazioni di skin ma vere e proprie modifiche al Gameplay del personaggio. Questo porterebbe molta diversità e sorprese all’interno del competitivo e sarebbe uno dei pochi giochi ad essere risucito ad utilizzare Custom competitive.

Il sistema di modifica dei personaggi è nato in Mortal Kombat X ed è stato poi mutuato dall’11. Ogni personaggi aveva 3 personalizzazioni che gli davano stili di gioco e skin differenti e Triborg ne aveva addirittura 4.


Nelle intenzioni di Ed Boon ci sarebbe l’intenzione di rendere queste modifiche utilizzate in torneo, quindi rendere queste modifiche del tutto bilanciate fra loro.

MK11 nelle sue impostazioni ha ampliato le modifiche possibili ai personaggi dandogli la possibilità di utilizzare mosse speciali e così via. Quindi il lavoro di bilanciamento sarebbe davvero esteso.

Ed Boon rivendica la possibilità di customizare i personaggi dicendo di aver messo a disposizione prima 2 e poi ben 3 varianti per personaggio. L’utilizzo di queste è una cosa che gli fa piacere ma che l’utilizzo di queste nel competitivo è una scommessa che spera di vincere.
Inutile dire che questa speranza non è priva di complicazioni e di esempi visti nel passato che la lallontanano molto dalla realtà. Pensiamo per esempio a  Street Fighter X Tekken.

La possibilità di  modellare e potenziare i propri main di Street Fighter X Tekken fu esclusa praticamente subito dai tornei ufficiali poichè prolungava notevolmente la durata della competizione creando fasi di stallo tali da far perdere l’entusiasmo dell’incontro.

E’ pur vero che NetherRealm Studios è l’organizzatore primo del proprio circuito di tornei sicuramente non potrà essere sordo alle richieste della community di Mortal Kombat 11 e quindi deve creare un sistema che sia capace di soddisfare anche i più pignoli dei player.

LASCIA UN COMMENTO

Hey commenta qui!
Inserisci il tuo nome qui