mortal kombat robocop aftermath
© NetherRealm Studios
Pubblicità

Mortal Kombat 11 dei NetherRealm Studios ha recentemente festeggiato il suo primo anniversario e gli sviluppatori hanno anche stuzzicato i fan dicendo che molti altri contenuti sono in arrivo per continuare l’evoluzione del picchiaduro più sanguinolento in assoluto.

Nelle ultime ore è stato infatti annunciato il DLC Mortal Kombat 11: Aftermath, la prima espansione del suo genere per un Mortal Kombat.

Oltre ad aggiungere tre nuovi combattenti (Incluso il personaggio ospite che si è scoperto essere nientepopodimeno che RoboCop) include anche nuovi scenari, con nuove possibilità di fatality negli scenari stessi ed inaspettatamente nuovi contenuti per la storia.

In uscita per il 26 maggio 2020 su PC Gaming, PS4, Xbox One, Switch e Stadia, Mortal Kombat 11: Aftermath darà inizio all’arrivo dei nuovi contenuti previsti per il secondo anno (Year Two) del picchiaduro di NetherRealm.

Per la prima volta nella serie, Mortal Kombat avrà un’espansione della trama principale vista nel gioco, che porterà in primo piano l’antagonista Shang Tsung.

[su_spoiler title=”SPOILER FINALE MK11″]

Sarà ambientato subito dopo la conclusione di MK11, che vide Liu Kang ascendere alla Divinità e sconfiggere Kronika, lui stesso e Raiden cercando di creare una nuova e migliore linea temporale per tutti i regni.

Tuttavia, Shang Tsung e i suoi alleati Nightwolf e Fujin intervengono, rivelando che una minaccia ancora maggiore è in gioco.

[/su_spoiler]

La nuova trama dell’epilogo per Mortal Kombat 11: Aftermath introdurrà gran parte dei nuovi contenuti in arrivo su MK11, che include rivisitazioni di livelli classici come Dead Pool di MK2 e Soul Chamber di MK3.

robocop mortal kombat sheva
© NetherRealm Studios

Inoltre, Aftermath riporterà le Fatality e le Friendship sui nuovi scenari, che concluderanno le partite in modo grottesco o con un mood molto più leggero. Le Friendship erano assenti dalla serie dalla trilogia di Mortal Kombat del 1997, quindi questa è la prima volta dopo oltre 20 anni che si vedrà il ritorno di questa mossa finale in Mortal Kombat.

Aftermath riporterà anche combattenti classici, come il dio del vento Fujin e la guerriera a quattro braccia Shokan Sheeva, che erano assenti dal roster da un bel po di tempo. Ognuno di questi personaggi avrà di sicuro un ruolo significativo nelle nuove missioni della storia, che riveleranno le loro reali alleanze e con chi entreranno in conflitto.

Continuando con la tradizione di introdurre personaggi “ospiti”, come Spawn, Joker e  Terminator, in Mortal Kombat 11: Aftermath vedrà l’arrivo del primo personaggio ospite del secondo anno, ovvero il poliziotto cyborg di Detroit, RoboCop, ma non quello del più recente film, quello dell’iper violento film d’azione del 1987 diretto da Paul Verhoeven.

RoboCop un personaggio ben armato e immensamente potente, che lo rende perfetto per Mortal Kombat. Sebbene per adesso i dettagli siano scarsi sul suo stile di combattimento, l’attore del film originale Peter Weller riprenderà il ruolo per la sua apparizione in MK11, per dare completa autenticità al personaggio.

Per i nuovi arrivati ​​che vogliono partire direttamente con i nuovi contenuti di Mortal Kombat 11, sarà disponibile per l’acquisto una Aftermath Kollection, che includerà tutti i personaggi e le skin dei DLC esistenti per 60€.

Chi già possiede Mortal Kombat 11 e l’originale Kombat Pack possono effettuare l’aggiornamento all’espansione Aftermath per 40€, mentre i proprietari del gioco base possono acquistare il pacchetto Aftermath + Kombat Pack per 50€.

Resta aggiornato su Mortal Kombat 11 e la nuova espansione Aftermath, qui su Manaskill

LASCIA UN COMMENTO

Hey commenta qui!
Inserisci il tuo nome qui