the last of us 2 play of state

Pochi minuti fa si è concluso l’attesissimo State of Play Sony dedicato a The Last of Us 2 che uscirà il 19.6.2020 ed ha rivelato molti dettagli riguardo questo titolo che è uno dei più attesi dell’anno .

Durante lo State of Play sono state molte le novità e i dettagli rivelati ed ecco quelle che hanno colpito di più noi di manaskill

State Of Play The Last of Us 2

Lo state of play riguardo The Last of Us 2 inizia con il video finale del capitolo 1.

Lanciano anche una novità e cioè un’analisi del gioco completo sia come storia che gameplay. Il gioco sarà ambientato molti anni dopo la precedente avventura di Ellie e Joel.
Ellie ha 19 anni e a seguito di un evento traumatico ad inizio dell’avventura e quindi tornerà indietro a cercare vendetta.

Numerose saranno le nuove ambientazioni con una grafica migliorata. Migliorata anche l’esplorazione avendo a disposizione mappe ampissime e alcuni momenti di pazzle solving.

Viene spiegata, poi, la modalità di gioco e le varie armi sia fisiche che strategiche a disposizione della protagonista per portare a termine la sua missione. Il feeling offerto dal combattimento è davvero coinvolgente e promette molto bene.

Ci hanno da subito colpito le atmosfere e il comparto sonoro che creano l’immersione totoale nel gioco per il player.

Resta forte il concetto di “viaggio emotivo” che intraprende la protagonista.

Una diretta sicuramente ricca di dettagli che però secondo i creatori non ha rivelato che una minima parte di quella che sarà l’esperienza totale.

Anche il comparto musicale è sinergico all’intento immersivo di The last of Us 2.

Sicuramente l’uso delle risorse e l’ingegno nel creare componenti utili al fine di completare la strama sarà determinante nel game play.

Interessante nella dimostrazione  l’utilizzo di diverse tecniche di omicidio che quindi fa capire che ci saranno moltissimi modi per uccidere i nemici e alcuni molto ingegnosi.

Un’ulteriore nota va al comparto audio che permette davvero la totale immersione all’interno della storia e sono un ulteriore punto di forza di questo gioco. Sia gli effetti sonori che gli audio sono incredibilmente azzeccati e incisivi sul complesso

Nota interessante è poter abbandonare le zone senza dover necessariamente uccidere o pulire l’area dagli umani senza nessuna conseguenza sulla trama. Questo libero arbitrio sarà forse un notevole plus del titolo.

Il Titolo si presenta con un realismo maggiore non nella grafica quanto nei colpi e nelle ferite. Gioco molto più crudo rispetto al primo sempre nell’intento di creare un coinvolgimento totale del player.

Di seguito troverete il link al video completo:

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Hey commenta qui!
Inserisci il tuo nome qui